- Sneakers basse air max 90 grigie Online store are waiting for your coming

- silver wing/purple/platinum air max 90 grigie su Trova Prezzi. Welcome to our Luxury Items official website to choose your favorite air max 90 grigie We guarantee to provide quality producs and satisfying Serie B, il Frosinone crolla a Pescara. Livorno ok, affonda il Bari: esonerato Mangia - Repubblica.it La festa dei giocatori del Pescara(lapresse) ROMA – Il Frosinone crolla (3-0) a Pescara e manca l’occasione di restare agganciato al Carpi capolista, vittorioso (5-2) nell’anticipo con il Cittadella. Approfitta del ko dei ciociari il Livorno che sale momentaneamente a -1 dal 2° posto piegando in rimonta (3-1) la Pro Vercelli e aggancia lo Spezia, bloccato sullo 0-0 a Terni. Il Lanciano cade (1-0) a Latina e consente al Trapani, malgrado il pari interno (2-2) nel derby con il Catania, di risalire al 6° posto riprendendo anche il Bologna, sconfitto 1-2 nel secondo anticipo dal Brescia. Il Perugia viene ripreso (1-1) in pieno recupero a Varese e sciupa l’occasione di rientrare in zona play-off. Infine il Bari frana (3-0) a Crotone e chiude l’era-Mangia, esonerato dalla società a fine gara. Sciupa la grande occasione di andare da solo al secondo posto l'Avellino, sconfitto in casa dal Vicenza. Rinviata a data da destinarsi per maltempo Virtus Entella-Modena.PESCARA-FROSINONE 3-0Un brutto Frosinone crolla a Pescara e lascia il Carpi da solo in vetta alla classifica. In campo, a sorpresa, c'è una squadra sola, quella abruzzese, che dopo aver fatto sfiorato il bersaglio con Maniero, Melchiorri (traversa) e Pesoli passa (50'): il gol lo firma Melchiorri con un preciso sinistro in diagonale su lancio di Salamon. Sulle ali dell'entusiasmo il Pescara insiste e, dopo un'altra occasione mancata da Maniero raddoppia (64'): l'arbitro Maresca concede ai padroni di casa un generoso rigore per una sospetta trattenuta di Zanon su Maniero e consente allo stesso attaccante biancazzurro di realizzare l'8° centro stagionale dal dischetto. Il Frosinone non reagisce e, all'87', incassa anche il 3-0 dal subentrato Pasquato che batte ancora Pigliacelli con un preciso destro in diagonale dal limite. Livorno-Pro Vercelli, l'esultanza dei toscani Condividi LIVORNO-PRO VERCELLI 3-1Il Livorno supera in rimonta la Pro Vercelli e cancella la delusione di Lanciano. Gara tutta in salita per i labronici, beffati all'8' da Mosquera che, su una punizione dalla trequarti sinistra di Scaglia, anticipa Mazzoni in uscita e infila maldestramente la propria porta. La squadra di Gautieri accusa il colpo e rischia di incassare il raddoppio su una conclusione di Fabiano. Poi, a poco a poco, si rimbocca le maniche e dopo tre occasioni mancate da Cutolo, Siligardi ed Enerson, pareggia: l'1-1, al 72', lo realizza Vantaggiato con un perfetto colpo di testa su cross dalla sinistra di Siligardi. Sulle ali dell'entusiasmo i toscani insistono e al 79' ribaltano la situazione con un sinistro parabolico da 25 mt di Siligardi che trova la complice deviazione di Coly. La Pro s'abbatte e all'87' incassa anche il 3-1 dal subentrato Jefferson che devia in rete con un destro in spaccata al volo un cross dalla sinistra di Vantaggiato.TERNANA-SPEZIA 0-0Lo Spezia non va oltre lo 0-0 a Terni e si fa riprendere dal Livorno. Gara equilibrata e ricca di emozioni al Liberati, a dispetto di quanto non dica il risultato finale. I liguri vanno a più riprese vicini al gol con Ebagua (4) e con Valentini, che colpisce in pieno una traversa, i rossoverdi replicano impensierendo Chichizola con Avenatti, Meccariello, Fazio e Gavazzi. I padroni di casa recriminano anche per un gol annullato nella ripresa ad Avenatti per un fuorigioco di Bojinov, apparso, però, in posizione ininfluente. Latina-Lanciano, il gol partita di Dellafiore Condividi LATINA-VIRTUS LANCIANO 1-0Il Latina piega il Lanciano e lascia al Cittadella l'ultimo posto in classifica. Al buon avvio del laziali, vicini al vantaggio con Petagna e Pettinari, i frentani replicano sfiorando il gol con Vastola (palo) e Gatto. A decidere la sfida pensa al 56' Dellafiore che ribadisce in rete in scivolata un colpo di testa di Petagna respinto sulla linea di porta da Nicolas. La replica del lanciano è sterile e per gli uomini di Breda è un gioco da ragazzi condurre in porto la fondamentale vittoria.VARESE-PERUGIA 1-1Il Perugia si fa riprendere in pieno recupero a Varese e manca l'occasione di rimettere piede in zona play-off. Gara equilibrata e ricca di occasioni all'Ossola. Alle occasioni mancate da Borghese, Neto Pereira (2) e Miracoli, il Perugia replica sfiorando il bersaglio con Del Prete, Flores, Falcinelli e Perea. Gli umbri giocano a viso aperto e al 75' passano con un preciso destro dal limite di Perugini, appena entrato. Il Varese non ci sta e al 91' pareggia con una bella girata in diagonale di sinistro di Miracoli, smarcato in area da Forte.CROTONE-BARI 3-0. ESONERATO MANGIAIl Bari crolla anche a Crotone e si chiude l'era-Mangia. In una nota pubblicata sul proprio sito internet, il Bari comunica di aver sollevato dall'incarico l'ex ct dell'Under 21 e lo ringrazia "per il lavoro fin qui svolto con professionalità e serietà, e gli augura le migliori fortune umane e professionali nel proseguo della carriera". Il prossimo allenamento sarà guidato dal tecnico Giovanni Loseto. I pugliesi mancano una grande occasione in avvio con Caputo, lanciato solo davanti alla porta, e al 20', vengono puniti da Ciano che infila l'angolo con un gran girata in diagonale di sinistro dal limite su assist di De Giorgio. La replica del Bari non c'è e, allora, il Crotone ne approfitta per raddoppiare (66') con un preciso sinistro in diagonale sul primo palo di De Giorgio, smarcato in area da Maiello. Il n. 10 rossoblu restituisce il favore al compagno al 93' pennellandogli un cross dalla sinistra che Maiello gira in rete per il definitivo 3-0 con un pregevole destro al volo. Crotone-Bari, l'esultanza di Ciano Condividi AVELLINO-VICENZA 0-1Colpo esterno del Vicenza nel match che ha ciuso il programma. I biancorossi si sono imposti per 1-0 allo stadio 'Partenio' di Avellino, cogliendo sotto la guida di Marino la seconda vittoria consecutiva. A decidere la sfida, al 27' del primo tempo, il bellissimo gol di Cocco, bravo a girare di destro, dal limite, sul cross di Laverone dalla destra. Sfortunata, nella ripresa, la squadra irpina che al 23' centra il palo con Comi, che da due passi devia il suggerimento di Castaldo. Poi è Bremec a salvare la porta biancorossa con un grande intervento sul colpo di testa di Arrighini. Il Vicenza si difende con ordine e resiste all'assedio finale dei padroni di casa, facendo sua l'intera posta. Per l'Avellino, che resta fermo a 23 punti, primo stop interno della stagione e secondo posto solitario sfumato..

scarpe nike air max alt="air max 90 grigie" title="air max 90 grigie" />

Archeologia, lo scavo in Egitto è in diretta su Facebook - Repubblica.it LA PAGINA sul social network si chiama "Egittologia unipi" e da qui si potranno conoscere tutte le nuove scoperte della XIII spedizione archeologia in Egitto dell'Università di Pisa. Il team di lavoro è appena partito e il teatro degli scavi è ancora una volta Dra Abu el-Naga, vicino a Luxor. Quest'anno, grazie alle moderne tecnologie, sarà possibile seguire le attività suFacebook. Gli archeologi impegnati nella missione guidata dalla professoressa Marilina Betrò terranno infatti un diario social su cui si potranno leggere aggiornamenti, vedere foto e conoscere quasi in diretta le scoperte fatte sul campo. L'Università di Pisa sta lavorando sul sito dal 2003, in particolare sulla tomba di Huy (Tomba Tebana 14), un sacerdote addetto al culto del sovrano divinizzato Amenofi I, e quelle degli altri occupanti delle strette e tortuose gallerie sotterranee della tomba. Quando la missione italiana a Dra Abu el-Naga (Midan) iniziò le sue attività nel 2003, di quel monumento scavato nella roccia era nota la sola cappella di culto, con pareti e soffitto interamente dipinti, all'epoca l'unico ambiente accessibile della tomba: grazie alle numerose campagne è stato possibile ricostruire le vicende storiche di Huy e scoprire una nuova tomba del tutto ignota, seppellita com'era sotto metri cubi di detriti e sabbia (Midan.05). Questa, più antica della prima (si data intorno al 1500 a.C.), domina una corte a cielo aperto che, ancora nel 2010, ha regalato importanti scoperte: l'ingresso ad altre due tombe, celate anch'esse dai detriti che erano scivolati dal declivio della collina, e un nuovo pozzo funerario, che sarà oggetto dello scavo che sta per iniziare.Oggi l'area di scavo comprende un complesso di tombe che hanno avuto un periodo di utilizzo lunghissimo, quasi mille anni, e che stanno offrendo dati di prima mano su epoche poco note della storia dell'antico Egitto, quale quella tra la fine del cosiddetto Secondo Periodo Intermedio e gli inizi della potente XVIII dinastia (1550-1450 a.C.). Un incontro assai atteso della campagna 2014 potrebbe essere quello con lo sconosciuto proprietario della tomba più grande e antica, Midan.05, che ancora gelosamente conserva il segreto sul suo nome e i suoi titoli. Le poche scene conservate sulle pareti della grande tomba ci dicono che fu un personaggio importante del suo tempo: nel banchetto funerario riceve insieme alla moglie l'omaggio di figli, figlie e vari ospiti intenti ad attingere a tavole riccamente imbandite, mentre due musiciste li allietano al suono di un doppio oboe e una cetra; un frammento su un'altra parete ha preservato solo il colore rosso di una rara scena di lavorazione di metalli preziosi e oreficeria, che compare solo nelle tombe dei grandi nobili. Le iscrizioni geroglifiche che accompagnavano i dipinti sono perdute quasi del tutto, ma lo scavo del pozzo funerario potrà forse dare nuove inedite informazioni.Anche la tomba di Huy potrebbe regalare interessanti sorprese: nell'ultima campagna archeologica, nel 2012, lo scavo ha varcato per la prima volta gli stipiti in pietra e i resti del muretto che chiudeva la camera funeraria dello stesso Huy e della sua famiglia. L'ambiente si presentava completamente riempito di detriti, sabbia e fango delle alluvioni create dalle rare ma violente piogge che colpiscono talvolta il deserto e che convogliano nell'area i vicini uadi. Se il pozzo non assorbirà troppe energie e tempo, il team dell'Università di Pisa potrà forse finalmente fare la conoscenza personale di Huy e dei suoi familiari. air max 90 grigie , Miur, fondi dati a pioggia: tra i due dirigenti indagati, il segretario generale dell'Ambiente Agostini - Repubblica.it Antonio Agostini ROMA - Finanziamenti a pioggia, per svariati milioni di euro, erogati dal Miur per progetti di ricerca senza le verifiche dei requisiti previsti dalla legge. Di questo, in sostanza, è accusato Antonio Agostini, per il quale le commissioni Ambiente e Industria alla Camera hanno dato via libera alla nomina di Direttore dell'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare.Secondo quanto accertato dalla procura e dal Nucleo di Spesa Pubblica e Frodi Comunitari della Guardia di Finanza, l'allora direttore generale del Miur Agostini, in relazione ad un primo bando, denominato "Avviso 1", avrebbe nominato, senza averne le competenze, una commissione di esperti, quasi tutti del suo entourage, incaricata di esaminare i progetti per i quali si chiedeva il finanziamento ed, in sede di valutazione dei requisiti, sollecitato a soprassedere laddove sussistessero carenze a livello di solidità economica. Tra questi, un progetto dell'Idi presentato quando l'istituto era già in stato pre-fallimentare. Non solo, secondo l'accusa Agostini avrebbe fatto inserire nella graduatoria dei destinatari dei fondi progetti già valutati negativamente.Quanto al secondo bando, denominato "Avviso 254", Agostini, in concorso con Cobis, è accusato di aver fatto inserire in una graduatoria di enti pubblici, specie universitari, destinatari di fondi, anche enti privati che non avrebbero avuto titolo ad ottenere i finanziamenti.L'inchiesta della procura di Roma. che prosegue ora per accertare se e come siano stati utilizzati i finanziamenti da parte dei soggetti che li avevano ottenuti in modo irregolare, aveva preso le mosse da una segnalazione della Ragioneria di Stato. La presunta "cricca" in cambio di tangenti avrebbe favorito aziende amiche, e della questione si era anche occupata la trasmissione 'Report'. Nell'inchiesta erano infatti coinvolti dirigenti, collaboratori e consulenti del Ministero. Secondo l'accusa in cambio di tangenti, favori e assunzioni, avrebbero, tra l'altro, dirottato centinaia di milioni di euro in favore di aziende amiche formulando bandi di gara su misura. air max 90 grigie,Miu Miu, la mini bag in matelass√® chic e glam

scarpe nike donna alt="scarpe donna air max" title="scarpe donna air max" />

- Zalando.it air max 90 grigie, Una scarpa al giorno: l’ankle boot goffrato di Pura Lopez air max 90 grigie Carburanti, pioggia di ribassi alla pompa di benzina - Repubblica.it (reuters) MILANO - Pioggia di ribassi, dopo il via dato ieri da Eni. Con mercati internazionali stabili, dopo un lungo calo del petrolio che ha portato il greggio Wti sotto quota 75 dollari al barile, a ritoccare i listini di benzina e diesel sono stati Tamoil (-1 cent/litro), Ip (rispettivamente -0,8 e -0,6 cent), Q8 (-1 cent), Shell (-1 cent), Esso (-1 e -0,5 cent) e Totalerg (-0,6 e -0,8 cent). Sul territorio, intanto, prezzi in discesa dappertutto. Le medie nazionali "servite" della benzina e del diesel raggiungono adesso, rispettivamente, 1,722 e 1,644 euro/litro (gpl a 0,694). Le "punte" in alcune aree sono per la verde fino a 1,778 euro/litro, il diesel a 1,698 e il gpl a 0,714.La situazione a livello Paese (sempre in modalità "servito"), secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il servizio Check-up Prezzi Qe, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall'1,698 euro/litro di Eni all'1,722 di Q8 e Ip (no-logo a 1,553). Per il diesel si passa dall'1,620 euro/litro di Esso all'1,644 di Q8 (no-logo a 1,466). Il Gpl, infine, è tra 0,671 euro/litro di Shell e 0,694 di Ip (no-logo a 0,660).